Terrestri, istruzioni per l’uso – UomApp

Malacopia_Terrestri_Giussani.copIn passato la Federazione ha cercato di avvicinare la specie Uomo rivelando la presenza aliena su Terra ad alcuni di loro o trasmettendo determinate nostre conoscenze a singoli esemplari. I risultati non sono stati molto incoraggianti.

Quando abbiamo caricato le app subcerebrali relative a “disciplina e ordine” per ovviare ai danni da interazione, gli individui selezionati si sono lasciati prendere la mano creando qualche problema ai propri simili. Tra i casi più recenti, ricordiamo ancora quel soggetto che, preso il potere, ha invaso uno stato vicino chiamato Polonia e iniziato a sterminare un ceppo di Uomo che secondo lui non era compatibile con la sua razza. Il problema vero è che i nostri tecnici non avevano previsto che questo individuo avrebbe trovato un seguito tanto vasto da seguirlo entusiasta sia nell’invasione della Polonia che nelle altre attività. Sono stati dunque costretti a caricare d’urgenza altre app simili ma aggiornate a diversi individui. La contemporanea presenza di diversi aggiornamenti di app sul pianeta ha creato qualche anno di grande confusione. È stata questa la ragione per cui negli anni terrestri 1940-1945 abbiamo dovuto sospendere i nostri voli di collegamento.

Dalle ripetute osservazioni, gli esperti hanno dedotto che il concetto di pace è forse troppo intenso per essere compreso dalle limitate capacità di Uomo. Inspiegabilmente, la maggior parte degli esemplari sembra addirittura ostile all’argomento. Lo dimostra un esperimento che ancora tutti ricordano. Si era scelto di concentrare il trasferimento di conoscenza con app relative al carisma e alla diffusione di un’idea di pace, rispetto reciproco e accettazione dell’ordine cosmico. I terrestri entrati in contatto con il prescelto di quella volta lo eliminarono con una pratica originale denominata crocifissione. Le idee professate dal soggetto erano in effetti molto innovative per l’epoca. I locali non avevano dato troppo peso alle sue affermazioni, nonostante il poveretto avesse più volte ribadito che le sue conoscenze arrivavano dal cielo. Fu in questo caso che accertammo anche l’incontrollabilità delle relazioni tra i vari esemplari. In particolare si era infatti sottovalutato il potere di trasmissibilità delle notizie, così dai 12 iniziali seguaci che condivisero subito le idee del prescelto, passati a 11 in una primissima fase di contaminazione commerciale, il numero crebbe fino ad assumere dimensioni incontrollabili, oggi quantificabili attorno al miliardo. Questo non sarebbe affatto un problema se la buona idea originale fosse stata mantenuta. La maggior parte di Uomo è però incapace di toccare qualcosa senza modificarla così l’idea è stata ingigantita al punto che sul concetto di pace diffusa e rispetto tra gli individui si sono poi fatte delle guerre. Curiosamente, sulle bandiere di battaglia c’era proprio la croce usata per crocifiggere il nostro prescelto.

Se non vi fosse chiaro il concetto, vi invitiamo a condividere un facile esperimento che diverte molto i nostri scienziati. Per sondare l’affidabilità di un gruppo di 100 Uomo passate a Uomo 1 la notizia che un piccolo meteorite di classe Z si è impattato nel tal punto di Terra senza danni. Constaterete in un periodo N che la trasmissione dell’informazione da Uomo 2 a Uomo 99 farà sì che Uomo 100 sarà pronto a giurare di avere notizie certe che una stella di classe AAA+ ha provocato una catastrofe precipitando nel punto in oggetto.

Pare stia andando meglio con la trasmissione di conoscenza legata a scienza e tecnologia. Nell’arco di diecimila anni, Uomo è passato dal vivere spaccando la testa ad altri uomo con delle pietre a stili di vita più raffinati. Anche se, purtroppo, in limitati casi il risultato è sempre lo stesso, le abitudini sono cambiate. Le pietre sono in effetti considerate oggi molto scomode. Visto le precedenti esperienze, i nostri tecnici hanno deciso di centellinare le app inculcandole lentamente a individui particolarmente sensibili. Siamo purtroppo stati fraintesi sul tema del nucleare. Anziché applicarlo allo sfruttamento dell’energia dalla materia a fini benefici come avviene nell’Universo progredito, Uomo lo ha invece recepito come sistema per creare armi di distruzione di massa, andando vicino alla soddisfazione mai chiarita che la specie prova a eliminare molti Uomo in una sola volta. Alcuni Uomo hanno però messo a buoni frutti le app, segnando effettivamente progressi. Una delle doti che bisogna riconoscere a Uomo è la capacità di individuare diversi elementi pensati da altri Uomo e combinarli poi a proprio vantaggio. Tra i casi più eclatanti ricordiamo l’esemplare che ha scelto diverse tecnologie, le ha messe in scatole molto apprezzate dai suoi simili e poi le ha marcate con un piccolo frutto morsicato. I nostri esperti si domandano ancora come questo Uomo sia diventato tanto ricco usando il marchio di un avanzo.

…Grüezi a voi!

Stefano Paolo Giussani per malacopia

About the Author:

Da Monza. Ha fatto (anche) le medie e ci sono prove che non ne sia ancora uscito. Scrive ed è in regola coi sacramenti terrestri. Inspiegabilmente, gli hanno dedicato una voce su wikipedia (it.wikipedia.org/wiki/Stefano_Paolo_Giussani) sulla quale si avvale della facoltà di non rispondere. Cammina molto, pedala assai e si premura di differenziare tutto, ma morirà schiacciato da un meteorifiuto indifferenziato alieno.

lascia un commento